Castel dell'Ovo Napoli

I 4 Castelli di Napoli

Napoli, che di storia ne ha da vendere, è l’unica città al mondo ad avere nel suo stesso comune ben quattro castelli che stanno a ricordare le dominazioni che questa città ha avuto nella sua lunga e spesso travagliata storia.

4 castelli, siti in zone distinte della città di Napoli, e con storie e origini diverse.

Il più noto e caratteristico è sicuramente il Castel dell’Ovo, la cui sagoma è una prerogativa inconfondibile della città partenopea e del suo lungomare. Famoso per la leggenda che narra di un uovo nelle sue fondamenta che mantiene oltre il castello la città tutta. Costruito lentamente nel tempo sulla villa di Lucullo è stato poi ampliata dai Normanni e dagli Angioini.

La mole imponente del Maschio Angioino, o Castel Nuovo, sovrasta invece la vasta Piazza Municipio a pochi metri dal porto. Costruito nel XIII secolo dagli angioini L’ingresso di Castel Nuovo è caratterizzato dalla celebre porta d’ingresso in marmo che raffigura episodi delle lotte di Ferdinando contro Giovanni d’Angiò e i baroni ribelli. All’interno del castello si può visitare il Museo Civico della città di Napoli, nel cui percorso è compresa anche la visita alla Cappella Palatina, una delle sale più antiche del castello.

Il Castel Sant’Elmo invece domina la città dall’alto, sorgendo sulla sommità della collina del Vomero. Costruito in tufo e nel tufo, ha pianta a stella e permette di vedere dai possenti bastioni i vari angoli della città. Fu fatto costruire nel quattordicesimo secolo per volontà di Roberto d’Angiò.

Il Castel Capuano, nella zona orientale della città, infine, è il meno noto dei quattro. Fondato nel XII secolo dai Normanni è stato piu volte modificato nel corso della sua storia, nel 1537 venne trasformato in palazzo di giustizia, funzione che ha svolto fino a pochi anni fa.