Santa Chiara, Napoli

Il monastero di Santa Chiara, Napoli

La basilica di Santa Chiara, con l’annesso complesso monastico, è uno dei miei posti preferiti a Napoli, ospita un monastero, tombe di molti re e regine ed un museo.

Dietro la chiesa si nasconde un chiostro con splendide colonne in cotto e maiolica con motivi agresti, marinari e mitologici, un giardino e bellissimi affreschi del 17 ° secolo. Un bel contrasto con il frenetico centro storico di Napoli.

Il monastero di Santa Chiara, totalmente restaurata nel 1953, fu commissionato da Roberto il Saggio, re di Napoli e della sua seconda moglie, la regina Sancia di Maiorca nel 1310 per ospitare l’ordine delle clarisse.

La costruzione è avvenuta tra il 1313 e 1340 in stile gotico provenzale su un complesso termale romano del I secolo d.c.. La chiesa presenta una facciata semplice con un solo rosone al centro, mentre la navata centrale è circondata da dieci cappelle che contengono importanti monumenti. Il portico ovest è l’unica parte superstite della struttura del 14° secolo.

Dopo una passeggiata intorno al chiostro maiolicato si può visitare il museo dedicato alla storia del convento con i reperti che sono sopravvissuti danni di guerra, dove si trovano non solo reliquie religiose, ma anche reperti archeologici dal 1 ° al 4 secolo dc. Da non perdere il presepe del 18 ° secolo in una stanza laterale vicino all’entrata.

La tomba di re Roberto è dietro l’altare maggiore. Altre tombe sono quelle di Re Francesco II e la sua consorte, Maria Sofia di Baviera e la loro figlia, la principessa Cristina. La tomba di Salvo D’Acquisto, un eroe nazionale, si trova anche qui.

Santa Chiara Complesso Monumentale

Via Santa Chiara, 49/c – 80134 Napoli

Orari visita:
  • Chiesa 7:30 13:00 – 16:30 20:00
  • Complesso Monumentale: feriali 9:30 17:30 – festivi 10:00 14:30
  • Costo: Intero: € 6,00 – Ridotto: € 4,50