Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco

Il culto delle anime del Purgatorio a Napoli

Napoli è la città della pizza, della canzone, dei vicoli, del sole e del mare e visitarla significa venire a contatto con una città che, nonostante le sue problematiche, è sempre in festa e dove tutti sono pronti a rivolgere un saluto e a regalare un sorriso. Non abbiate paura di visitare questo luogo magico, che per i turisti è tutto sommato tranquillo. Basta usare il solito buon senso. Continua a leggere

Golfo di Napoli

Le Terme in Campania

La Campania è uno dei luoghi nei quali è presente il maggior numero di sorgenti e centri termali, dove si cerca relax e il ritrovamento del benessere della propria persona.

Lo sviluppo delle terme, nel Golfo di Napoli, ha origini in età antichissima, risalendo fino al tempo degli antichi romani. La zona di Baia, in particolare, divenne meta preferita dai patrizi romani che realizzarono sulla costa le loro stupende ville. Continua a leggere

Il Piennolo napoletano

Pomodorino del Vesuvio – Il piennolo

Il pomodoro si sa non è nato a Napoli, bensi importato dal Sud America, ma ha trovato nel Napoletano il suo habitat ideale, prosperando ed evolvendosi verso specie domestiche sempre più pregiate. Una delle varietà locali più caratteristica è il “Pomodorino del piennolo” del Vesuvio. Sono pomodori di piccole dimensioni la cui caratteristica principale è l’accentuata punta; il grappolo intero viene intrecciato con un coordino di canapa che permette di conservarlo ed utilizzarlo per parecchio mesi, a patto che venga messo in un luogo con la giusta umidità e temperatura. Continua a leggere

Metro dell'Arte, Vanvitelli

Il Metro dell’ Arte, metropolitana di Napoli

Passeggiando per le vie della città di Napoli, turisti e residenti possono perdersi in migliaia di anni di bellezza artistica, ma da qualche anno c’è il “Metro dell’Arte” un museo underground che ospita più di 200 opere.

Tanti conoscono la Napoli sotterranea dei cunicoli scavati nel tufo, dei reperti greci e romani e delle catacombe, ma da oggi si può pianificare una visita in città tenendo conto delle fermate della Metro, preparandosi a visioni bizzarre, atmosfere oniriche e ambienti di forte impatto. I “padiglioni” di questa grande esposizione non sono vicinissimi ma sono raggiungibili in pochi minuti in quanto ognuno coincide con una stazione metropolitana. Continua a leggere

Palazzo Reale di Napoli

Palazzo reale di Napoli e la storiella delle statue

Piazza Plebiscito, la piazza per antonomasia per i Napoletani, è una delle mete fisse dei turisti. La piazza è racchiusa tra due imponenti architetture: la Basilica di San Francesco di Paola e il Palazzo Reale, voluto dai Viceré di Spagna, abbellito dalla Dinastia Borbonica ed arricchito, infine, dalle Statue dei Re di Napoli.

Per il viaggiatore di passaggio la facciata del Palazzo Reale è un’immagine da immortalare con uno scatto fotografico, per i bambini lo sfondo per infinite partite di pallone. Al di là della retorica le grandi statue, accolte dalle nicchie vanvitelliane, spiegano la complessa storia della città: ognuna di esse rappresenta, attraverso il suo capostipite, una dinastia, cui Napoli si è sottoposta. Continua a leggere

Napoli calcio

Napoli e il Calcio, un fenomeno non solo sportivo

Napoli e il calcio. Due mondi che da sempre si uniscono, sorridono, litigano, piangono, ma continuano a restare sempre innamorati l’uno dell’altro

I tifosi del Calcio Napoli sarebbero capaci di qualsiasi cosa pur di vedere la propria squadra del cuore trionfare. Un popolo che sa affidarsi a San Gennaro o a Gesù Cristo in persona pur di vedere un ricca vittoria, magari contro lo strapotere di qualche blasonato club del nord. Continua a leggere

Museo di Pietraarsa

Il Museo di Pietrarsa, quando la ferrovia si fa guardare

Il 3 ottobre del 1839, alla presenza del re Ferdinando II delle Due Sicilie e delle più alte cariche del Regno, per la prima volta in Italia, una locomotiva correva sulle rotaie trascinandosi dietro dei vagoni con sopra dei passeggeri. Il risultato per quei tempi fu stupefacente: il percorso, lungo circa 7 km, venne compiuto in nove minuti e mezzo, tempi record se si pensa a quelli della Circumvesuviana di oggi.

Oggi la Bayard, la prima locomotiva che compì l’arduo tragitto, è conservata nel Museo Nazionale di Pietrarsa, nel quartiere napoletano di San Giovanni a Teduccio, al confine con i comuni di Portici e San Giorgio a Cremano. Continua a leggere

Carnevale

Carnevale napoletano, la festa più allegra dell’anno

Pulcinella Napoli“Che sconquasso! Che schiamazzo, mondo pazzo! E’arrivato carnevale buffo e pazzo, con le belle mascherine, …”

Anche quest’anno siamo quasi a Carnevale, una festività che non ha una data fissa (varia da febbraio a marzo) e che ha il suo culmine nei giorni compresi tra il giovedì grasso e il martedì grasso che precede il mercoledì delle Ceneri con cui inizia la Quaresima.

Carnevale è la festa più allegra dell’anno, festa della tradizione cattolica che si festeggia tra l’Epifania e la Quaresima, sembra una festa creata apposta per i bambini, che da sempre amano travestirsi e mascherarsi in tutti i modi possibili! Continua a leggere

Napoli Sa Martino

San Martino, riaprono al pubblico i sotterranei della Certosa

A Napoli sotto la Certosa di San Martino c’è una cattedrale, silenziosa, austera, dimenticata. I suoi lunghi corridoi e slarghi, progettati da Tino da Camaino e Attanasio Primario, chiusi al pubblico da anni, conservano le opere in marmo della sezione di sculture ed epigrafi del museo nazionale di San Martino.

La struttura è tutto ciò che rimane dello stile architettonico originario della certosa, interamente gotica, iniziata nel maggio 1325 per volere del duca di Calabria Carlo D’Angiò. Continua a leggere