Articoli

Santa Chiara, il Chiostro

Santa Chiara, il chiostro maiolicato

I numerosi chiostri di Napoli rappresentano un patrimonio artistico e storico poco conosciuto.  Passare dal caos delle strade del centro storico all’interno di un chiostro rappresenta un sollievo per l’anima e permette, in perfetto raccoglimento, di visitare veri e propri musei all’aperto, ammirando le opere dei maggiori artisti attivi a Napoli.

Uno dei più famosi e belli tra i chiostri della città si stava nel Monastero di Santa Chiara – un suggestivo sito agli occhi di turisti, curiosi e appassionati di arte. Continua a leggere

Teatro di San Carlo, Napoli

Teatro San Carlo di Napoli

Era l’11 marzo 1737 quando Carlo di Borbone diede inizio ai lavori del “Real Teatro San Carlo“, uno tra i teatri più grandi e più belli d’Europa, per dare alla città di Napoli un teatro che rappresentasse il potere regio. Continua a leggere

Cimitero Monumentale: Via Nuova Poggioreale (Emiciclo). Cimitero Nuovo (o Nuovissimo): Via Santa Maria del Pianto. Cimitero (Santa Maria) della Pietà: Via Santa Maria del Pianto (Varco 4). Cimitero Israelitico: Via Santa Maria del Pianto. Cimitero (Santa Maria) del Pianto: (tra le altre, Tombe di Totò e Caruso) Via Don Bosco - Via Nuova del Campo.

Cimitero di Poggioreale, un museo a cielo aperto a Napoli

La storia di una città la si può imparare anche mediante quei luoghi che non vengono tradizionalmente considerati come mete turistiche vere e proprie. Oggi, infatti, voglio portarvi in un luogo forse non adatto per esternare allegria ma con interessanti attrazioni artistiche: il cimitero di Poggioreale. Continua a leggere

Napoli Sa Martino

San Martino, riaprono al pubblico i sotterranei della Certosa

A Napoli sotto la Certosa di San Martino c’è una cattedrale, silenziosa, austera, dimenticata. I suoi lunghi corridoi e slarghi, progettati da Tino da Camaino e Attanasio Primario, chiusi al pubblico da anni, conservano le opere in marmo della sezione di sculture ed epigrafi del museo nazionale di San Martino.

La struttura è tutto ciò che rimane dello stile architettonico originario della certosa, interamente gotica, iniziata nel maggio 1325 per volere del duca di Calabria Carlo D’Angiò. Continua a leggere

Castello di Baia

Itinerario archeologico nei Campi Flegrei

I Campi Flegrei, vasto territorio ad ovest della città di Napoli, sono un concentrato unico al mondo di storia, cultura, arte, natura e fenomeni geofisici, che da sempre hanno attratto l’attenzione di letterati, studiosi e scienziati. Qui storia, leggenda, mito e mistero si fondono in una natura mutevole. In questi luoghi i romani hanno costruito acquedotti, anfiteatri e ville di una bellezza nettamente percepibile ancora oggi. Continua a leggere

Basilica S. Francesco di Paola

Basilica San Francesco di Paola

La Basilica San Francesco di Paola è ormai tra le immagini più rappresentative di Napoli.

Per tutti coloro che arrivano in piazza del Plebiscito, oggi come allora, si è sopraffatti dalla grandiosità della piazza, dall’immenso abbraccio del colonnato della Basilica e dallo splendore della facciata di Palazzo Reale, che con le sue statue vigila su questo spazio a cielo aperto, da cui all’improvviso fa capolino anche il Vesuvio, che si inquadra tra il palazzo spagnolo e il Circolo degli ufficiali. Continua a leggere

Museo del Tesoro di San Gennaro

Museo del Tesoro di San Gennaro

San Gennaro, in suo onore si sparano fuochi d’artificio, i numerosi fedeli si accalcano intorno alle sue reliquie e i neonati vengono chiamati con il suo nome. Per i più devoti, il Santo patrono di Napoli svolge un ruolo di intermediario e confidente.

Il vescovo di Benevento, decapitato a Pozzuoli all’inizio del IV secolo, è l’emblema stesso di Partenope. Venerato come nessun’altra figura di santo, San Gennaro è un simbolo nel simbolo che travalica i confini stessi del sacro. Gran parte della sua essenza, della sua storia, è racchiusa fra le mura del Museo del Tesoro, uno dei più importanti tesori d’arte grazie alle donazioni di papi, imperatori, re, uomini illustri e persone comuni. Continua a leggere

Pedamentina-San-Martino

Le Scale di Napoli

In fondo a molte delle strade di Napoli si nascondono rampe e scale che mettono in contatto le sue due dimensioni: salire o scendere, scoprire nuovi scenari e vedute inattese. Ce ne sono oltre 200 (135 scale vere e proprie e 69 gradonate). Continua a leggere

Castel dell'Ovo Napoli

I 4 Castelli di Napoli

Napoli, che di storia ne ha da vendere, è l’unica città al mondo ad avere nel suo stesso comune ben quattro castelli che stanno a ricordare le dominazioni che questa città ha avuto nella sua lunga e spesso travagliata storia.

4 castelli, siti in zone distinte della città di Napoli, e con storie e origini diverse.

Il più noto e caratteristico è sicuramente il Castel dell’Ovo, la cui sagoma è una prerogativa inconfondibile della città partenopea e del suo lungomare. Famoso per la leggenda che narra di un uovo nelle sue fondamenta che mantiene oltre il castello la città tutta. Costruito lentamente nel tempo sulla villa di Lucullo è stato poi ampliata dai Normanni e dagli Angioini. Continua a leggere

Palazzo Reale di Napoli

Palazzo Reale di Napoli

Il Palazzo Reale di Napoli, una delle quattro residenze usate dalla casa reale dei Borbone di Napoli, nasce per la volonta del vicerè Fernandez Ruiz de Castro nel 1600. La costruzione continuerà per secoli e si completerà solo nel 1843.

Nel 1888, dopo l’Unità d’Italia, sulla facciata principale sono state collocate le statue raffiguranti i capostipiti delle dinastie dei sovrani del regno di Napoli. Continua a leggere