Palazzo Reale Napoli

Visita dei principali musei di Napoli

Musei e Arte, Napoli è un museo a cielo aperto. Perdersi tra i suoi vicoli, respirando la storia ad ogni angolo, ammirare i palazzi e gli scorci suggestivi, sono esperienze uniche per chiunque ami l’arte.

Le meraviglie di questa città continuano anche all’interno dei palazzi storici, che rimandano allo splendore delle epoche passate, alcuni progettati dagli artisti più illustri di tutti i tempi. Per conoscere a fondo i tesori di questa meravigliosa città, è d’obbligo una visita ad alcuni dei vari musei cittadini.

Musei di Napoli: Santa Chiara

Ecco i musei da non perdere a Napoli :

Museo Archeologico Nazionale (Piazza Museo Nazionale, 19), si trova di fronte alla galleria Principe di Napoli nel cinquecentesco palazzo del real museo voluto da Carlo III di Borbone per ospitarvi la collezione Farnese. È ritenuto uno dei più importanti musei archeologici al mondo. I nuclei principali che costituiscono il museo sono: la Collezione Farnese, le collezioni pompeiane (reperti provenienti da Pompei, Ercolano ed altri siti antichi dell’area vesuviana), la collezione egizia, più antica e terza per importanza come collezione di manufatti egizi in Italia.

Museo di Capodimonte (via Miano 2), all’interno del bosco omonimo, costituisce una delle principali gallerie d’arte d’Italia. La reggia fu voluta da Carlo di Borbone nel 1737. Nel corso degli anni, il palazzo si è arricchito di un numero inestimabile di pitture donate alla città, ereditate o acquisite, risalenti ad un periodo che va dal XIV secolo fino a quello contemporaneo. Sono ivi presenti opere del Masaccio, Caravaggio, Jusepe de Ribera, Tiziano, Correggio, Giordano, Mattia Preti e tanti altri ancora. La reggia non ospita solo tele, ma è anche appartamento storico, offrendo così arredi, sculture ed ambienti, come il Salottino di porcellana di Maria Amalia di Sassonia.

Musei di Napoli: Certosa di San Martino

Certosa di San Martino (largo San Martino, 5) è situato sulla collina del Vomero adiacente al castel Sant’Elmo ed all’interno dell’omonima certosa. Il museo dispone di una elevata diversificazione, offrendo testimonianze storiche della vecchia capitale del regno delle Due Sicilie e dei due precedenti regni di Napoli e Sicilia (Stemmi, imbarcazioni e carrozze reali); arti visive (pitture e sculture); porcellane di Capodimonte e storici presepi napoletani. Merita ultima notazione la quattrocentesca Tavola Strozzi, la più antica rappresentazione topografica di Napoli.

Museo dell’Opera di Santa Chiara (Via Santa Chiara, 49), nei pressi di piazza del Gesù Nuovo, espone resti archeologici rilevati nel sottosuolo della basilica ed oggetti sacri appartenuti al monastero. L’accesso al museo dell’Opera si trova all’interno del chiostro delle Clarisse, uno dei più belli della città grazie alle maioliche decorative eseguite da Domenico Antonio Vaccaro nella prima metà del XVIII secolo.

Stai cercando un hotel? Scopri dove dormire a Napoli.

Palazzo Reale di Napoli (Piazza del Plebiscito, 1), di fronte alla basilica di San Francesco di Paola. Sorta nel 1600 per volontà di Fernando Ruiz de Castro, il complesso fu opera di Ferdinando Fuga pur ricevendo nei secoli successivi importanti rimaneggiamenti eseguiti tra gli altri anche da Luigi Vanvitelli. La facciata principale è caratterizzata da otto nicchie nelle quali collocate altrettante otto sculture ottocentesche rappresentanti tutti i re di Napoli.
Musei di Napoli: Palazzo reale

PAN (Via dei Mille, 60), è il museo napoletano delle arti contemporanee, nelle sue molteplici forme (pittura, scultura, architettura, fotografia, design, cinema, video-art, fumetto, ecc.). Nella bella sede del settecentesco Palazzo Roccella, ospita esposizioni permanenti e temporanee di artisti nazionali e internazionali, conferenze, un centro di documentazione delle arti contemporanee, spazi per attività didattiche e una mediateca, oltre a servizi accessori.