Pasqua a Napoli: tramonto

Pasqua a Napoli tra riti religiosi e ottimo cibo

Pasqua e Pasquetta sono alle porte e se ancora non avete pensato a una meta di viaggio, ve la suggeriamo noi: Napoli. La Pasqua a Napoli è scandita da una serie di eventi religiosi legati ai riti ed alla liturgia della Pasqua, pressappoco come in tutta Italia. Nel corso della Settimana Santa si svolgono varie rappresentazioni e processioni che commemorano la Passione, la Morte e la Resurrezione di Gesù, delle vere e proprie cerimonie folcloristiche da non perdere.  E’ noto ormai che i partenopei riescono ad associare a ogni evento un menù.

Nel Golfo di Napoli, chi è ancora legato alla tradizione, accompagna la settimana santa anche con una serie di riti gastronomici che scandiscono il ritmo delle giornate, fino alla preparazione del menù pasquale ed alla gita della pasquetta.

Pasqua a Napoli, riti religiosi e ottimo cibo

I riti della Settimana Santa iniziano con le solenni celebrazioni della Domenica delle Palme con la benedizione delle Palme e degli Ulivi. Il Giovedì santo, il giorno in cui la Chiesa ricorda l’ultima Cena, a Napoli c’è l’usanza di “fare i sepolcri” ossia visitare 7 chiese recitando in ognuna il “Gloria, l’Ave Maria e il Pater” altrimenti la preghiera non è completa. E’ anche il giorno in cui si preparazione della pastiera.

Il Venerdì santo è la giornata più intensa e toccante perché si ricordano la Passione e Morte di Cristo, è possibile assistere alla rappresentazione della Via Crucis per le strade cittadine, vere e proprie rappresentazioni che coinvolgono moltissime persone. Nell’isola di Procida avviene una delle tradizioni più suggestive: la processione in memoria della Passione di Gesù viene infatti rappresentata con i Dodici Apostoli incappucciati ed è organizzata dalla più antica confraternita dell’isola.

Il Venerdì Santo, giorno del digiuno, è il giorno dedicato alla preparazione delle torte rustiche, fondamentale è il Casatiello, detto anche Tortano, la celebre torta salata ripiena di uova, formaggio e salumi.

Il Sabato santo, giorno di silenzio, è incentrato sull’attesa dell’annuncio della risurrezione che avverrà nella solenne veglia pasquale in Cattedrale. E infine nella Domenica di Pasqua suonano le campane per l’annuncio della Resurrezione di Cristo.

Il giorno di Pasqua a Napoli è caratterizzato da un ricco pranzo fatto fi ricette tradizionali. Il menu pasquale è assai ricco e si apre con gli antipasti che comprendono la classica Fellata (affettato misto di salami) nella quale sono serviti affettati e formaggi vari, e il Casatiello. Il primo piatto consiste solitamente in una minestra di gallina alla quale segue il capretto al forno accompagnato da patate e piselli. Carciofi fritti, bolliti o arrostiti e uova sode, fondamentali in questo giorno, separano le portate principali dal dolce.

Sulla tavola pasquale non può mancare la Pastiera, un dolce tradizionale tra i più antichi della gastronomia campana, i cui ingredienti, secondo alcuni, richiamerebbero proprio la simbologia cristiana: le strisce di pasta frolla, la croce e quindi il martirio; il grano, l’alternarsi ciclico delle stagioni e per estensione la risurrezione di Cristo.

Festeggia con noi la Pasqua! Regalati un week-end all’insegna del relax e della buona cucina ! Auguri dalla Sea Hotels Group Napoli